sabato 29 marzo 2014

COCCINELLA ISABELLA



Ecco una semplice idea per tenere impegnati i bambini e farli divertire.
Isabella la coccinella. E’ questo il nome che oggi anno deciso di dare alla coccinella.  E’un gioco di facile esecuzione adatto anche a bambini  piu’ piccoli.
Per l’occasione il divertimento e’ stato doppio in quanto mia figlia era l’insegnante ed io e l’altro amichetto gli allievi.
Un suggerimento. . . . insegnate al vostro bambino/a come si fa in separata sede, poi quando arrivano gli amichetti recitate la parte della mamma che non sa nulla e si deve fare insegnare anche lei.
Materiale occorrente:
tappi colorati delle bottiglie del latte
pennarelli di vari colori adatti a scrivere su materiale plastico
occhietti adesivi




Esecuzione:
Prendere i tappi possibilmente chiari e colorateli di rosso , poi disegnateci sopra i 4 pallini neri, la testa e la linea di divisoria.
Per ultimo colorate anche il bordo ed incollate gli occhi.

Ecco fatto la coccinella Isabella. Ora le coccinelle saranno pronte a dialogare fra di loro, saltare o quant’altro la fantasia dei vs. bambini gli suggerira’


venerdì 28 marzo 2014

KEFIR D'ACQUA ELISIR DI LUNGA VITA




Ogni anno nel periodo primaverile poi anche in estate rianimo i miei grani di kefir ed inizio la produzione. A volte riduco la quantita’ di zucchero per evitare di assumere troppe calorie.  Io trovo il kefir d’acqua molto gradevole . In sostanza, il risultato finale e' una bevanda dal colore giallognolo, frizzante dal gusto dolce e dal sapore di limone.
Durantre la preparazione del Kefir d’acqua occorre prestare molta attenzione all’igiene per evitare contaminazione da batteri esterni.
Il Kefir e’ una bevanda dalle origine Caucasiche. Si dice che abbia numerose proprieta’.
Dovrebbe riequilibrare  la flora batterica intestinale, impedendo la decomposizione e la putrefazione del bolo nell´intestino. 
Se siete curiosi di sapere altri molteplici benefici, non vi resta che cercare su internet.
Questa bevanda stimola quindi il sistema immunitario intestinale con benefici effetti sul sistema immunitario di tutto il corpo.


Ingredienti:
1 vaso da 2 l di vetro con chiusura ermetica
1 litro cqua minerale naturale
50 gr di grani di Kefir
4 cucchiai di zucchero di canna
Mezzo limone biologico
Un cucchiaio di uva sultanina o 1 fico secco
Esecuzione:
Sciacquare bene i fermenti sotto acqua corrente ed inserirli in un vaso pulito ed asciutto. Aggiungere l’acqua, lo zucchero la frutta secca  ed il limone senza spremerlo.
. Chiudere bene e lasciarlo riposare per 24  ore a temperatura ambiente,
Quando aprirete il vaso fate attenzione in quanto la fermentazione avra’ provocato anidrite carbonica.
Colate il tutto e conservate i fermenti che andranno utilizzati per preparare nuovo kefir
Trasferire in una bottiglia chiusa ermeticamente non prima di aver spremuto il limone. La frutta utilizzata andra’ buttata.
Lavate poi il vaso e procedete come sopra.


Ogni volta i fermenti aumenteranno, quindi la parte eccedente potrete mangiarla o utilizzarla come fertilizzante nelle vs piante.

giovedì 27 marzo 2014

TRONCHETTI VEGETARIANI



Sull’onda della diminuzione del consumo di carne, sto cercando di ampliare gli orizzonti della mia cucina.
Questo piatto, molto gustoso, e’ una rivisitazione dei Falavel.
Ingredienti:
gr, 380 di ceci lessati
mezzo porro fresco (parte bianca)
un bicchiere (da Nutella) di pane grattugiato
mezzo bicchiere abbondante di parmigiano reggiano
sale pepe
olio oliva Evo
1 uovo
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
Salsa di soia

Esecuzione:
Preparare  i ceci. Potete usare sia ceci cotti in vendita nei bric oppure mettere in ammollo ceci secchi e cuocerli in acqua leggermente salata.
Schiacciare con una forchetta i ceci. Lavare l’uovo e sbattelo in una terrina. Unire l’uovo ai ceci. Aggiungere il formaggio, il pane grattugiato, il prezzemolo. Regolare di sale e pepe. Amalgamare bene tutti gli ingredienti. Coprire con una pellicola e fare raffreddare in frigo per un paio di ore.
Con il composto preparare poi dei piccoli cilindri o delle polpette.
In una padella antiaderente cuocerli un paio di minuti per lato.



Impiattare e versare un filo di salsa di soia

mercoledì 26 marzo 2014

CESTINO DECORATIVO CON FRUTTA



Durante uno dei 1000 corsi che ho fatto nell’arco della mia vita, uno fu quello sulla pasta di sale. In quei periodi non era’ possibile avere informazioni sulla metodologia, se non leggendo libri della biblioteca. Blog, forum siti specializzati non c’erano. Forse in internet qualche cosa si poteva trovare, ma occorreva avere il computer collegato e quasi nessuno lo aveva.
Si tratta di un cestino  decorativo che avevo regalato ai miei Suoceri e che per cause di  forza maggiore mi e’ tornato a casa.

Per la ricetta della pasta di sale potete leggere l’altro post nell’etichetta pasta di sale,La  frutta l'ho realizzata a mano libera . Per definirla meglio (albicocca) ho utilizzato il dorso di un coltello . 


I picciuoli e la base della pera e della mela sono stati realizzati inserendo  un chiodo di garofano.

lunedì 24 marzo 2014

11.OOO VISITE AL MIO BLOG




Sono trascorsi gia’ sei mesi . . . .
Giorno dopo giorno cerco di arricchire il mio Blog per renderlo sempre piu’ interessante.
Il fatto che 11.ooo di voi l’abbiano visitato mi fa pensare che sto percorrendo la giusta strada.
Se avete bisogno di informazioni, consigli o chiarimenti non esitate a contattarmi o scrivete direttamente nellìapposita sezione "commenti"  nel Blog, vi rispondero’ il  piu’ presto possibile.
Grazie di cuore a tutti.



Clood

sabato 22 marzo 2014

FIORITURA ESTIVA ACQUERELLATA parte terza



                                             Nasturzio

Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello.


Trombe d'Angelo

venerdì 21 marzo 2014

FIORITURA ESTIVA ACQUERELLATA parte seconda


Petunia 

Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello.


        Fresia

giovedì 20 marzo 2014

FIORITURA ESTIVA ACQUERELLATA parte prima




Echinacea

Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello.


Geranio

martedì 18 marzo 2014

PRIMAVERA ACQUERELLATA parte terza



Anemone


Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello.


CAMELIA

lunedì 17 marzo 2014

PRIMAVERA ACQUERELLATA parte seconda



 LILIUM 

Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello


 CICLAMINO 

domenica 16 marzo 2014

PRIMAVERA ACQUERELLATA parte prima



Viola del pensiero


Questi  fiori della primavera sono formato cartolina e fanno parte di una serie di segna posti per un matrimonio. Sono dipinti su cartoncino martellato per acquerello.


MAGNOLIA

venerdì 14 marzo 2014

MALTAGLIATI PAGLIA E FIENO CON CECI E NON SOLO




Approffittanto del fatto che la mia Amica Antonia mi ha regalato dei maltagliati paglia e fieno, ho rispolverato una vecchia ricetta che non facevo da tempo. Nella ricetta originale ci sarebbe un ingrediente in piu' che io non ho messo, cio' la componente grassa data dalla carne, ovvero o da un pezzettino del gambuccio del prosciutto crudo o da un pezzettino di pancetta. Trovo che in questo modo risulti ugualmente buona, saporita senza essere troppo pesante.
Ingredienti:
dose per 3 – 4  persone
1 confezione di fagioli borlotti lessati
1 confezione di ceci lessati
In alternativa:
3/4 di bicchiere da Nutella di ceci secchi
3/4 di bicchiere da Nutella di fagioli secchi
200 ml di brodo vegetale
300 di passata di pomodoro
1 carota
mezza cipolla bianca
meta’ gambo sedano
un rametto di rosmarino
2 bicchieri da Nutella di maltagliati o altro tipo 


1 cucchiaino di dado vegetale biologico

Esecuzione:
Se utilizzate i legumi secchi , ricordatevi di lavarli bene e di lasciarli in ammollo con acqua tiepida 12 ore prima dell’utilizzo ricordandovi di  coprirli con almeno 3 cm di acqua.
Le cotture potranno essere tradizionale in un tegame alto oppure con la pentola a pressione.
Nel primo caso il liquido dovra’ essere almeno il doppio del peso dei fagioli gia’ ammollati e per un tempo di circa 45 minuti .
 Nel secondo caso la cottura avverra’   con 250 dl di acqua per circa 15/20 minuti dal  momento in cui va’ in pressione.
In entrambi i casi utilizzerete poi il liquido di cottura avanzato , come se fosse il brodo vegetale.
Spesso io utilizzo  legumi gia’ cotti per una questione di praticita’ e di tempi . Il risultato migliore dal punto di vista organolettico si avrebbe utilizzando legumi freschi , o congelati.
Sminuzzate sedano carota e cipolla e fate rosolare a fuoco basso con un filo di olio evo.
A rosolatura ultimata aggiungete la passata di pomodoro ,  amalgamate il tutto e fate cuocere per 5 minuti, regolate di sale e pepe.
Aggiungere i  legumi cotti e scolati ( lavati e scolati dal liquido della scatola se utilizzate quelli gia  pronti) , il brodo vegetale che avrete fatto con l’acqua ed il dado vegetale o il liquido di cottura nelle dosi indicate, ed il rametto di rosmarino.
Coprite e fate cuocere lentamente per circa 10 minuti . Trascorso il tempo raccogliete circa la meta’ dei legumi  e schiacciateli con uno schiaccia  patate o schiacciateli con una forchetta.

Dovrete ottenere un composto liquido , in quanto dovrete poi cuocervi la pasta che avrete scelto. In genere si utilizza sempre un tipo di pasta corta tipo maccheroncini o maltagliati. Se volete aggiungete parmigiano reggiano ed un filo di olio a crudo.



giovedì 13 marzo 2014

NELL'ARIA .....PROFUMO DI PRIMAVERA






Ecco la mia amatissimma pianta di Aloe, dopo la liberazione !!
Da alcuni giorni ho tolto le  protezioni che avevo messo nelle piante piu’ delicate. E’ meraviglioso vedere che , se amate, hanno continuato la loro crescita.





Margherite, semplici ,eppure bellissime margherite. Come ogni anno aumentano sempre piu', quindi voglio informarmi se il fiore o la pianta,  possono essere commestibili. se cosi' sara' (io penso di si) cerchero'di ineventarmi una ricetta e poi la pubblichero'.



martedì 11 marzo 2014

CRUDITE' DI TARASSACO E FIORI DI RUCOLA





Da alcuni giorni trascorro un po’ di tempo nel mio orto/giardino. Con l’arrivo della bella stagione tutto si risveglia. Questo e’ il periodo dell’anno che preferisco.
L a primavera, la rinascita, l’energia e la forza della natura che irrompe
Oggi ho deciso di togliere le protezioni che avevo messo nelle piante piu’ delicate. E’ meraviglioso vedere che , se amate, hanno continuato la loro crescita.
Inebriata da tutta questa energia ho deciso di farne in parte mia.
Ho infatti raccolto un po’ di tarassaco ed i suoi fiori , della rucola e dei fiori di rucola e mi sono mangiata una saporitissima insalatina” colta e mangiata” con ancora tutta l’energia in essa contenuta.
Si potrebbero mangiare anche le radici del tarassaco, ma io non le raccolgo perche' altrimenti la pianta non ricrescerebbe. Il Tarassaco e' ricco di proprieta' depurative, diuretiche e tante altre,
Ingredienti:
Trassaco fresco  sia foglie che fiori
rucola e fiori di rucola
zenzero fresco
alcune foglie di Melissa
limone 
olio evo
sale pepe
scaglie di grana
Esecuzione:

Lavare accuratamente tutte le foglie, sfogliare i petali del Tarassaco . 
Lavare la Melissa.
 Pelare lo zenzero fresco e con un coltello affilato fare alcune fettine che sminuzzerete ancora. 
Scagliate del Parmiggiano Reggiano o dei cubetti di Tofu ed uniteli all'insalata. Fate una vinaigrette (senza aceto) unendo olio evo, succo di limone , sale e pepe macinato fresco che userete per condire,
Ovviamente io l'ho consumata accompagnandola con una fetta del mio pane abbrustolito.....buon appetito !!

lunedì 10 marzo 2014

EMOZIONE



Tanti anni fa, seguendo la corrente di una nuova  passione, decisi di raccogliere in un libro, tutte le poesie, gli stati d’animo e le piccole storie che nascevano nella mia mente.
Ecco a voi un piccolo assaggio.


sabato 8 marzo 2014

.....IL LIBRO DEGLI INVITI E DEGLI INVITATI.....continua




Questo menu’ e’ stato fatto nel Luglio 2013 al gruppo “ AMICHE DALLA NASCITA”
Siamo un gruppo di 5 mamme. Ci siamo conosciute al corso pre.parto e tutt’ora continuiamo a frequentarci insieme ad i mariti ed ai nuovi bambini nati nel frattempo.
Abbiamo pranzato all’aperto ed e stata una piacevole domenica che si e’ protratta fino all’ora di cena,


Questo pranzo se devo esser sincera non ricordo per chi e’ stato organizzato. L’ho comunque conservato perche’ per l’occasione avevo scritto una “poesia”

venerdì 7 marzo 2014

IL LIBRO DEGLI INVITI E DEGLI INVITATI......continua




 Altro momento di incontro eno-gastronomico e non solo . . .
Con i nostri Amici Catte e Livio .
Per l'occasione ho preparato un menu' in carta da pacco reciclata e nella copertina ho fatto un decoupage in stile nautico.
Questo menu' insieme a tanti altri e' stato poi conservato nel :
LIBRO DEGLI INVITI E DEGLI INVITATI
Ci accomuna  la passione per la navigazione,per il mare , per il buon cibo e per la buona compagnia.

giovedì 6 marzo 2014

12 aprile 2004......gia' trascorsi 10 anni




Sembra ieri, invece sono gia’ trascorsi 10 anni……
Quel giorno avevamo invitato tutti i nostri amici e parenti stretti , alla festa di compleanno dii mio marito. Se non ricordo male eravamo in piu’ di 40 persone.
Grande lavoro, ma grande divertimento e soddisfazione …..

Per quella occasione feci anche un quadro che tutt’ora e’ appeso nella ns. cucina.


martedì 4 marzo 2014

TENDE PER CHI NON LE AMA



Nella mia famiglia non amano le tende , quindi ho cercato una soluzione che mettesse d’accordo tutti.
Ho scelto come materiale il tulle. Si il tulle quello che si utilizzava per le bomboniere.
La mia finestra ha una luce di 1,45 altezza e larghezza di 40 cm per due vetri, quindi ho fatto riferimento alle mie misure.

Materiale occorrente:
1,60  di tulle alto 2,80
filo da cucire
ago o macchina da cucire
4 bacchette per tende
spillini
forbici









Esecuzione:
Tagliare il tulle in modo da ricavare 4 rettangoli lunghi 155 e larghi circa 80.
Con gli spillini fissare le estremita' dei teli (due alla volta).
Cucire a mano o a macchina i lati corti e circa 20 cm per ogni  lato lungo in modo che quando si infilera’ la bacchetta il tulle non si arriccera’.
Ripiegare il lato stretto di circa 5 cm dei due teli (doppi) e cucire in modo da creare un inserto dove infilare la bacchetta.
Infilare la bacchetta ed arricciare a misura.
Queste tende sono di facile esecuzione, di basso costo e schermano leggermente le finestre senza impedire alla luce di entrare e senza impedire agli amanti delle “viste aperte” di esser rinchiusi.



lunedì 3 marzo 2014

MERENDA DI CARNEVALE A SCUOLA





Periodicamente alla scuola della mia bambina organizzano vendite pro raccolta fondi.
La settimana scorsa in occasione del carnevale il comitato dei genitori hanno organizzato una vendita di dolci e torte pro raccolta fondi per una scuola dell’Emilia Romagna alluvionata,
Immediatamente mi sono offerta e vista la concomitanza con il carnevale ho colto l’occasione per travestirmi da Maga Art Attack.

Ai bambini piace molto, ed a me pure.  Strappargli un sorriso e’ molto gratificante.

domenica 2 marzo 2014

APERITIVO "CLOODREAMS"



Questo aperitivo l’ho inventato io.
E' un aperitivo dal gusto  dolce, leggermente alcolico con una nota leggermente aromatica di fondo.

Ingredienti:
dose per un bicchiere
3 tazzine da caffe’ di Prosecco ghiacciato
2 tazzine  di aperitivo Luxardo (Esselunga)
2 tazzine bitter
2 tazzine acqua frizzanteGhiaccio
ghiaccio
1 fetta di limone non trattato
1 pizzico di pepe macinato
1 pizzico di peperoncino macinato
1 pizzico di cannella
1 pizzico di noce moscata macinata
NB.: la quantita' di spezie si riferisce ad una dose  per almeno 4-5 persone



Esecuzione:
Unire tutti gli ingredienti poi per ultimo il prosecco e l’acqua frizzante. Se lo si desidera piu’ forte eliminare l’acqua e sostituire con Prosecco di Valdobbiadene.
Io lo servo nei vasi per confetture della Bormioli quelli medi. Sono simpatici ed originali. Per bere uso cannucce da cocktail (grosse)

  

sabato 1 marzo 2014

CROSTATA DI NUTELLA



Tutte le volte che alla scuola organizzano delle merende pro raccolta fondi io preparo la mitica crostata di Nutella. In genere viene divorata in un batter d'occhio.

Ingredienti:
diametro tortiera circa 24 cm
Nutella o crema alla nocciola  vaso da 63 0 gr
gr. 320  farina doppio zero
gr.150 burro
gr.130 zucchero
1 pizzico sale fine
1 bustina vanillina o un baccello
mezza bustina  lievito in polvere per dolci
gr. 40 fecola di patate
1  uovo
Esecuzione:
Usare il burro freddo,  non scioglierlo.
In un mixer o in una terrina capiente unire la farina, la fecola, il lievito, la vanillina, il sale ed il burro. Mescolare, si otterra’ un impasto sgranato e secco poi aggiungere lo zucchero, poi  l’uovo. Se lavorate a mano non arrendetevi se non si amalgama, ma continuate fino a quando non diventera’ un po’ compatto.
Se si utilizza il mixer  , togliere l’impasto ed compattarlo con le mani in  modo da formare un cilindro.
Avvolgere l’impasto ( pasta frolla) in una pellicola trasparente  e riporre in frigo nella zona piu’ fredda per almeno mezz’ora.
Trascorso il tempo mescolare a mano l’impasto in modo che si scaldi , poi con il mattarello iniziare a stenderla, cercando di fare una forma circolare.
Stenderla fino a quando non si ottiene uno spessore di circa   mezzo  cm .
Foderare  la tortiera con carta da forno ed accendere il forno a 180 gradi.
Se usate una teglia di alluminio non occorre foderare.
Arrotolare la pasta attorno al mattarello poi appoggiarla nella teglia srotolandola.
Far aderire la pasta anche sul bordo per almeno 2-3 cm , poi con la rotellina per fare bordi dentellati tagliare pari la parte in eccesso della pasta.
Volendo si puo’ lasciare un bordo piu’ alto poi ripiegarlo sopra alla farcitura.
Vuotare la nutella , poi con l’aiuto di un cucchiaio versarla all’interno della torta e livellarla. 
Mescolare nuovamente i ritagli di pasti rimasti e stenderla di nuovo dello spessore di circa ½ cm. Possibilmente stenderla in modo da fare un rettangolo stretto e lungo, poi con la rotellina fare delle strisce lunghe e larghe circa 1  cm..
Con queste formate un reticolato sulla torta, disponendole prima in un senso poi nell’altro .

Infornare a forno caldo 180 gradi , per circa 20 minuti. 
La Cottura dipendera’ molto anche dal vs. forno. In ogni caso non appena diventera’ dorata, toglierla dal forno, altrimenti si rischia che la Nutella diventi dura.
 A cottura ultimata, togliere dal forno poi aspettare che si raffreddi  prima di toglierla dallo stampo.

CONSIGLI    UTILI:
Siccome la procedura per fare la PASTA FROLLA e’ un po’ lunga si puo’ impastare la dose doppia , poi congelarne la meta’ per una volta successiva.
Nel caso in cui l’impasto non si amalgami bene aggiungere un albume.
Se rimangono dei ritagli di pasta si possono fare degli ottimi biscotti da colazione.  Mescolare nuovamente e stendere ancora , poi con uno stampino oppure a mano libera tagliare i biscotti ed appoggiarli  su una teglia da forno precedentemente rivestita con carta da forno.