25 marzo 2018

TORINO Italy



Oggi vi scriverò  dell'intenso  fine settimana che ho organizzato il 24 e 25 marzo di quest'anno insieme alle mie due fedelissime compagne di viaggio: mia figlia e la mia migliore amica Moky.
Torino ci e' piaciuta: una città dall' importante passato, con palazzi storici ricchi ed eleganti che mi ha ricordato Parigi.
Come sempre ho dedicato alla programmazione del viaggio diverse settimane e siccome sono orgogliosa del mio lavoro voglio condividere con voi il mio programma che, in corso d'opera  ha subito diverse modifiche : un fine settimana è  poco per poter vedere tutto ciò che Torino offre, quindi ho dovuto fare delle scelte.

Non vi scriverò tutti i dettagl, ma indicherò con ** il riassunto delle note aggiunte.

Ho prenotato con Airbnb uno splendido appartamento vista Mole Antonelliana: volevamo una zona tranquilla e centrale che ci permettesse di muoverci a piedi, e dopo aver preso in considerazione diverse zone del centro, ho chiesto consiglio ad una cara amica che a Torino ha vissuto tanti anni. 





Dalla finestra dell'appartamento si vedeva la Mole....una meraviglia (la foto non è questa).

-  Arrivo 10.25 MODENA TORINO PORTA NUOVA


**note su dove acquistare biglietti bus giornalieri o 48 ore**



** TAXI (costo stimato e tempo di percorrenza)**


- ore 11:00 check in automatico




-ASCENSORE MOLE
 **note su orari e costi biglietto** Il cielo purtroppo sabato mattina era nuvoloso, quindi non abbiamo potuto amirare lo sky-line della città.







- ORE 12.30 PRANZO BISTROT CANNAVACCIUOLO


Ho prenotato diversi mesi prima e nonostante ciò non abbiamo potuto cenare perché non c'erano più tavoli liberi(se volete leggete il post che ho scritto su questa fantastica esperienza ).







- Ore 15.30 GIRO CON AUTOBUS A DUE PIANI TORINO city-sightseeing
Abbiamo fatto un tour da piazza Vittorio Veneto fino al capolinea in piazza Castello. Abbiamo scelta la linea A perché é quella disponibile tutto l'anno.

I biglietti li ho acquistati on line perché più conveniente: pagati 32 euro anziché 40 euro, basta stamparli e presentarli direttamente al bigliettaio sul bus. Abbiamo trovato posto al piano superiore anche se non vicine tra di noi, alla salita vengono consegnate cuffiette mono uso per audio guida in italiano. Il percorso serve per vedere velocemente le principali attrattive, che volendo si possono successivamente approfondire.



Siamo scese in piazza Castello, visitato la piazza poi percorrendo via Po verso casa per cambio e doccia . Approfittando della vicinanza tra Torino e Biella abbiamo colto l'occasione per incontrare dei nostri carissimi amici . Con Aurelia, Marta, Andrea e Matteo abbiamo cenato e trascorso una piacevole serata insieme nella bella città di Torino.



** indicazioni su come arrivare al ristorante, indirizzo e numero di telefono**


Ore 20.30 CENA PIZZERIA da MICHELE

Ho prenotato tavolo da casa dietro suggerimento mia amica torinese.
La pizzeria é in piazza Vittorio Veneto, abbiamo mangiato la tipica pizza al tegamino.
Piazza Vittorio Veneto, la chiesa della Gran Madre sullo sfondo, le luci, creano un'immagine veramente suggestiva.





DOMENICA 25 MARZO 2018

- SVEGLIA ORE 7  
- CHECK OUT, colazione bar Mole, poi a piedi direzione Museo Egizio.

- VISITA MUSEO EGIZIO ho prenotato on line la visita guidata di circa un'ora e mezza. Il museo è ben organizzato, ci sono armadietti per lasciare zaini e borse e la guida è stata molto coinvolgente.




**INDICAZIONI PER ARRIVARE MUSEO EGIZIO **




**INDICAZIONI DA MUSEO EGIZIO A TIGER **

AVETE LETTO BENE...TIGER ! UNA CATENA DANESE DI NEGOZI di oggettistica ed è diventata la tappa fissa in tutti i nostri viaggi, così facendo accontentiamo anche la mia bambina che  adora  acquistare  gadget con la scusa del ricordo.


**INDICAZIONI DA TIGER FINO STAZIONE PORTA NUOVA**

PIAZZA SAN CARLO



Questa piazza e l'adiacente via Roma sono veramente affascinanti.
Via Roma con i suoi portici è ricca di negozi di lusso e viene considerata la via dello shopping.

PRANZO M**BUN

FAST FOOD A CHILOMETRO ZERO CON PRODOTTI LOCALI, una valida alternativa al classico fast food.

STAZIONE ORE 16 ore 16.25 treno rientro

Nel mio programma ho scritto un elenco di cose interessanti da vedere con annesse spiegazioni, indicazioni, costi, orari, in modo da poter variarlo in caso di imprevisti o di maltempo.
Il fine settimana da noi scelto, 24 e 25 marzo, era il fine settimana della FAO per cui erano visitabili diversi edifici storici normalmente chiusi, ma purtroppo non abbiamo potuto sfruttare questa occasione.

COSE INTERESSANTI DA VEDERE O DA FARE :



- BAR STORICI
- BORGO MEDIEVALE rocca  e giardino
- CAPPELLA SACRA SINDONE
- CASTELLO DEL VALENTINO
- CHIESA DELLA GRAN MADRE DI DIO
- DUOMO DI TORINO
- BASILICA SUPERGA
- GALLERIA SABAUDA
- LINEA STORICA TRAM N. 7
- MERCATINO PULCI BALON
- MUSEO DELL'AUTOMOBILE
- MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA
- PALAZZO CARIGNANO
- PALAZZO MADAMA
- PALAZZO REALE
- PARCO VALENTINO
- PORTA PALATINA
- SALA ATTESA REALE STAZIONE PORTA NUOVA
- TOUR NOTTURNO DELLE STREGHE
- REGGIA VENARIA REALE
E TANTO ALTRO.....


altre note...
convenzioni TAXI



Tariffe convenzionate con Radio Taxi Torino (+39 011 5730) e Pronto Taxi Torino (+39 011 5737) per i visitatori della Reggia:

Tariffe applicate solo su chiamata telefonica (specificando con l’operatore telefonico che si desidera la tariffa “Convenzione Reggia di Venaria”), comprensive di tutti gli eventuali supplementi e valide sia per l’andata che per il ritorno.

Reggia di Venaria – Musei zona centro Torino: 24 euro

Spero che abbiate trovato interessante questa lettura e di esservi stata d'aiuto per un eventuale prossimo viaggio a Torino.

Alla prossima destinazione !





24 marzo 2018

CANNAVACCIUOLO BISTROT TORINO - ITALY-







Da un po' di tempo io, la  mia amica Moky e mia figlia ci concediamo alcuni fine settimana di vacanza all'anno.

Prima di ogni viaggio è  mia abitudine documentarmi: studio la città, i luoghi più caratteristici, i percorsi, i monumenti rappresentativi, cerco ristoranti. 

Torino è stata l'ultima nostra meta.

Da tempo tutta la mia famiglia segue lo chef Antonino Cannavacciuolo, potevamo quindi visitare Torino senza fare tappa al suo BISTROT ?
Certo che no !!!

Nonostante il largo anticipo con cui ho organizzato il viaggio non ho potuto prenotare la cena perché i tempi d'attesa erano troppo lunghi, quindi abbiamo deciso per il pranzo.


Il locale e gli arredi sono essenziali, puliti nelle sue forme e curati nei dettagli.

Ora vi racconterò dell'esperienza culinaria.

Piatti all'apparenza semplici, sapori che si fondono in un tripudio di sensazioni olfattive e gustative.

Esistono 4 menù: due da degustazione  un menù per bambini  ed il classico menù alla carta.

Noi abbiamo scelto i due da degustazione e quello per bambini.

La carta dei vini sicuramente interessante, ma non ho tanta conoscenza per esprimere un giudizio, noi abbiamo bevuto un ottimo  Prosecco in calice.


        BATTUTA DI FASSONA PIEMONTESE             MAIONESE DI NOCCIOLA TARTUFO NERO E                        PARMIGIANO



       


       RISO CARNAROLI AGLIO E BOTTARGA







POLPO SEDANO RAPA  E LIMONE

 




ANATRA LIQUIRIZIA E CAVOLFIORE






   MAIALINO DA LATTE, INSALATA COTTA, CHINOTTO, SALSA ARACHIDI E POP CORN


Con immenso piacere abbiamo potuto constatare che le regole dello Chef  vengono  rispettate in pieno .

Noi ci siamo sentite al centro dell'attenzione, coccolate e viziate dalle attenzioni di tutto il personale sempre attento e discreto.

IL BONèT




          NOCCIOLA NOCCIOLA NOCCIOLA




Mi sento di consigliare il Bistrot Cannavacciuolo di Torino, penso che valga la pena di fare un viaggio a Torino, anche solo per provare la cucina dello Chef.

Noi siamo rimaste veramente soddisfatte.

17 marzo 2018

QUADRO "70 STYLE




Il quadro che vedete nella fotografia rappresenta la materializzazione di una mia idea

La stanza dove è stato appeso questo quadro ha una colonna che nasconde il palo dell'antenna.

La colonna, che è di legno, aveva bisogno di essere decorata perché così spoglia non mi piaceva quindi ho cercato una soluzione:

un pezzo di polistirolo rivestito con tessuto stile vintage Ikea.

Il quadro è riuscito come lo volevo, ma avrei dovuto allungarlo perché non proporzionato alla lunghezza della colonna, quindi ho deciso di trovare un'altra soluzione.


L'angolo è illuminato da una    lampada in ferro che abbiamo trovato  in una vecchia cantina.


Non  sono in grado di risalire  al periodo storico della lampada ma in fondo si tratta di un dettaglio.





La nuova soluzione la potrete leggere nel post:

giovedì 1 marzo 2018



16 marzo 2018

PORTA ACCAPPATOIO





Questo attaccapanni di legno ha una storia come quasi tutti gli oggetti che arredano la mia casa: è stato realizzato a mano  dal mio papa' tanti tanti anni fa.

E' stato appeso alla porta della camera da letto nella casa di montagna per circa 40 anni, ed ora vive nel mio bagno.


Per togliere tutti gli strati di vernice trasparente che il mio papa' gli aveva dato ho steso abbondante olio paglierino e usando la paglietta di ferro l'ho ripetutamente strofinato.


Ora abbellisce la mia piccola Spa.





14 marzo 2018

COLORI VINTAGE



Chi mi segue avrà già visto alcuni di questi oggetti.
Il post sulla cassa l'ho pubblicato  


mercoledì 15 marzo 2017

La cassa di legno inizialmente era destinata a diventare  un tavolino da mettere davanti al divano, ma  rispetto all'altezza del divano risultava essere troppo alta   quindi l'ho messa nello studio.

Il quadro colorato è un prototipo di una idea che avevo avuto che non si è  trasformata in un vero progetto, ma siccome mi  piaceva l' ho conservato.


Come ho spiegato in  un'altro post si tratta sostanzialmente di un pannello di polistirolo che ho ricoperto incollandoci sopra della stoffa acquistata all'Ikea.


Mi piace il colore e trovo che il quadro si abbini bene alla poltroncina verde.


La poltroncina e' in  eco pelle (come dicevano i miei genitori "SCAI" ) ha le gambe in legno lucido nero ed é  perfetta,  nonostante l'età.


Trovo che sia stupenda e che sia perfetta per  questo questo angolo lettura.  


Non so dirvi se rimarrà per sempre  in questa stanza o  nella mia casa  perché ogni tanto amo cambiare disposizione dei mobili o fargli trovare una nuova casa.



05 marzo 2018

77.000 VISITE




Sono ripartita alla grande !

Con piacere vedo che ogni giorno siete sempre più  numerosi e mi visitate davvero da tutto il mondo.
 Quasi da non crederci, ma le statistiche non mentono !

Grazie di cuore e spero di regalarvi idee ed ispirazioni !! 

Clood

04 marzo 2018

TEGAME PER IL BUCATO CHE DIVENTA CESTINO





Cercavo un cestino per questo studio, 
lo volevo originale perché non piacciono gli accessori d'arredamento banali o commerciali, quindi ho riciclato  un vecchio tegame di alluminio.

Questo tegame veniva utilizzato nell'immediato dopo guerra per far bollire gli indumenti di cotone bianchi oppure per sterilizzare le conserve fatte in casa.



La base della scrivania che vedete dietro al cestino  é stata disegnata da mio marito: ha fatto uno schizzo, il prototipo in legno  poi ha fatto tagliare e saldare le verghe da  un fabbro . 

La base é stata poi colorata con un colore micaceo.


Il piano é una parte di lunga asse di   legno grezzo spesso cm 6 trattato in superficie per renderlo idrorepellente, con la rimanenza abbiamo realizzato un piano appoggio lavello per bagno.