domenica 31 maggio 2015

BIDET PRIMI 900



Eccolo....e' stato amore a prima vista. Non ho resistito quindi l'ho preso.

Lo stato di conservazione nonostante gli anni che ha e' quasi perfetto. Ora dovro' decidere che uso farne o quale nuova vita dargli. Intanto me lo ammiro e penso a quanto sono cambiati i tempi.
Ora troneggia nel mio salotto. Al suo interno un centro fatto all'uncinetto e......magicamente si e' trasformato in un port telecomandi .



La base e' in ferro battuto colorato di bianco . La sagomatura della base di forma circolare serviva per appoggiarvi la brocca con l'acqua.
Il bidet e' in smalto bianco ed e' stato prodotto dalla famosa smalteria e metallurgica Veneta  fondata nel 1924 a Bassano del Grappa (italia).
Azienda che fu fondata su iniziativa dei fratelli Adolf e August Western di origine austriaca con altri soci, con un capitale sociale di allora,  pari a 3 milioni di lire.

venerdì 29 maggio 2015

CUCINARE ALL'APERTO



La vacanza per molti e' liberta'. Vivere all'aperto, poter cucinare fuori e tanto altro. Allora perche' non ricreare le stesse condizioni anche a casa propria ?
Mio marito alcuni anni fa mi ha costruito un barbeque/cucina outdoor che alla fine e' diventato l'angolo del capitano.
In questo angolo si respira la brezza del mare,  gli accessori lo fanno sembrare sorgere in un posto di mare.
La sensazione di vivere, cucinare e pranzare fuori, ci fa dimenticare che le vacanze sono ancora lontane.



Ovviamente qualche accessorio vintage non poteva  mancare...vecchi barattoli di latta, barattoli di vetro che si trasformano in porta cucchiai e tanto altro.


giovedì 28 maggio 2015

CODE DI GAMBERONI SU SALSA DI ASPARAGI


In occasione del mio anniversario di matrimonio ho inventato alcuni piatti.
Veloci da realizzare, belli da vedere e buoni da mangiare.


INGREDIENTI:

Dose per 2 persone
16 code di gamberoni
1 mazzo di punte di asparagi
Prezzemolo
Olio evo
Sale pepe
Sedano carota cipolla

ESECUZIONE:
Preparare un trito con sedano carote e cipolla ( bianca) e metterlin un tegame con acqua leggermente salata. Fare così un court bollion e fare cuocere per  circa 15 minuti in modo che si insaporisca il brodo. Far sbollentare alcuni minuti le code di gamberoni ( meglio poche alla volta ) poi toglierle dal liquido e farle raffreddare.
Una volta raffreddate , sgisciatele.
Cuocere a vapore le punte degli asparagi utilizzando il liquido di cottura dei gamberoni.
A cottura ultimata ridceteli in crema con un frullatore. Regolate con sale pepe ed olio. Mescolate e versate alcuni cucchiai al centro del piatto. Disdponete a copia i gamberoni in modo da formare un cuore. Cospargere con prezzemolo tritato e filo olio.





TAVOLA OSPITI CREATIVA


La mia passione per il vintage si sta allargando sempre piu.
La frequentazione di mercatini, rigattieri mi permette di arricchire la mia collezione di porcellane e vetri.

Piatti vintage inglesi, cecoslovacchi, italiani. Alcuni pezzi anche antichi. Bicchierini, tazzine, posate Sheffield e tutto ciò che attrae la mia attenzione.
Nel periodo estivo quando organizziamo pranzi o cene con amici, mangiamo su un tavolo di legno massiccio .( una grande fetta di tronco) che non necessita di tovaglia,  quindi mi è venuta una nuova idea.




Mi sono procurata dei dischi 33 giri e dei cerntrini fatti all' uncinetto di forma circolare. Quindi apparecchio con centrino, disco e piatti inglesi vintage spaiati. L'effetto mi piace molto, originale e creativo

martedì 19 maggio 2015

PAGLIACCETTO ERBOLINO





Anche questo anno , in occasione della festa di fine anno scolastico di mia figlia, ho realizzato un manufatto per mercatino.
Un aiuto per raccogliere fondi.
L'ho chiamato Pagliaccetti erbolino, perche' dopo una settimana dal suo start gli cresce dell'erba in testa.




MATERIALE OCCORRENTE:
Gambaletto color neutro
Spago
Stoppino
Segatura
Pennarello grosso di dimensione non di punta.
Pennarello punta fine
Semi erba
Occhi plastica adesivi
Lana cardata
Ago per lavorare lkana e pezzo gomma piuma.
Scovolini colorati per pipe
Colla vinavily
Feltro o velluto
Forbici normali
Forbici dentellate

ESECUZIONE:
Annodare estremità gambaletto e scaravoltarlo.
Inserire un cucchiai colmo di semi d'erba e 13 colmi di segatura.
Con le mani tirare il gambaletto in modo che si formi una palla (dimensioni di una  arancia).Con le mani modellare a forma sferica.
Aprire il gambaletto ed inserite lo un pezzo di stoppi o lungo circa10 cm, e con lo spago legare il gambaletto ed
Lo stoppino,. Perfezionare la forma tirando delicatamente il gambaletto in modo che si compatti. Tagliare gambaletto a ciurca1cm dalla legatura.
Prendere un piccolo pezzo di lana cardata del colore che preferite e formare una pallina.
Con un pennarello formare gli occhiali, girando lo scovolino intorno su entrambi i lati e lasciare un pezzo dritto in mezzo. Tagliare lo scovolino di circa .10 cm.
Disegnare su un cartoncino un paio di baffi e ritagliare la sagoma.
Appoggiare il modello su feltro e con pennarello segnare contorno. Ritragliare e ricordare che la parte inferiore del baffo andrà tagliata con forbici dentellate.
Incollare occhiali. Al centro di questi posizionare il naso. Attaccare occhi dentro occhiali.
Incollare sotto al naso i baffi.




lunedì 11 maggio 2015

MAGIE NELL'ARIA



Magia del vento.
Brezza del mare. Musica di sottofondo e gli aquiloni. 
Tutti gli anni a Pinarella di Cervia (Italia) si svolge il festival internazionale degli aquiloni.
E' la prima volta che ho avuto occasione di andarci e devo dire che ne sono rimasta entusiasta.
Vogliamo parlare di questa splendida tenda oscillante realizzata con i tappi delle bottiglie di latte riciclati ? Appena l'ho vista non ho resistito a fotografarla.


Regna ovunque una sensazione di leggerezza. I partecipanti  alla  manifestazione sono personaggi unici, eclettici ed originali.
Ho conosciuto una coppia di signori anziani provenienti dall'Olanda, i quali con materiali di recupero o di pochissimo valore realizzano maniche a vento  dalle svariate forme. Per tre giorni hanno allestito una zona delimitata della spiaggia con composizioni ventose, meravigliose. Ovviamente dopo un faticoso scambio di idee ed opinioni in inglese, sono riuscita a convincerli a vendermi due originalissime maniche a vento che ho messo nei vasi di fiori sul mio terrazzo.


Aquiloni di di tutte le forme e di svariati colori. Ogni materiale che il vento puo' far muovere, viene trasformato con tanta  fantasia e passione in un aquilone, anche se la forma non e' quella tradizionale.
Dopo aver ammirato la materializzazione del vento, al mio rientro, il desiderio di creare anche io, qualche cosa che volasse nel mio giardino, mi ha spinto a trasformare una vecchia canna da pesca in un porta bandiera. Ovviamente il risultato non e' lo stesso perche' manca la cornice del mare, ma e' ugualmente gradevole.




Come una bambina sono rimasta affascinata da questo spettacolo. Per non parlare poi della magia degli aquiloni che volano di notte.
La luna riflessa sul mare, l'odore della salsedine ed una splendida musica di sottofondo .