sabato 8 settembre 2018

PADOVA Italy








PADOVA è stata la meta del nostro quarto viaggio. 
 Chi di voi ha già letto gli altri post, saprà che i viaggi a cui ho dato un numero sono quelli che faccio insieme a mia figlia ed alla mia migliore amica Moky.




Questi sono gli ottimi hamburger che ho preparato con pane tostato nel burro, carne macinata di Chianina, pomodoro fresco e toma biellese... il nostro pranzo .

Abbiamo scelto Padova perché è una città ricca di storia e di cose interessanti da vedere ed anche perché è a pochi minuti di treno da Abano.  Sabato a Padova e domenica alle terme di Abano  
Siamo arrivate a Padova in treno e con il tram abbiamo raggiunto la piazza Prato della Valle.






Durante il tragitto verso la Basilica di Sant'Antonio ho scoperto una splendida  bottega storica: 

DROGHERIA PRETI 

Impossibile non fermarsi,  un negozio dai sapori antichi , in cui  trovare tutto ciò che c'era in una vecchia drogheria, un tuffo nel passato che mi ha fatto ricordare tempi lontani. 
 Non ho potuto resistere alla tentazione di fotografare sia l'interno che le vetrine !




Caramelle, mentine, confetti, pastiglie dolci... subito mi e' tornato alla mente le mentine di zucchero colorato che acquistavo, quando ero piccola, nel negozio di alimentari sotto casa.


Questa vetrina invece mette in mostra tutto ciò che e' legato all'arte: pigmenti, cera lacca, olio di lino. I pigmenti sono sempre stati una mia passione, da piccola in centro a Modena, accanto alla Sinagoga c'era un negozio piccolo piccolo in cui si potevano acquistare i pigmenti per fare i colori in casa. Non ho mai potuto acquistarli, ma ogni volta che andavo in centro entravo per curiosare.


Proseguendo abbiamo raggiunto  piazza  del Santo  dove sorge la bellissima  Basilica di Sant'Antonio da Padova.



 Padova è la città in cui ha sede la storica distilleria Luxardo, diverse sono le vetrine in cui sono esposti i loro liquori e distillati.




 Liquore di S.Antonio, non lo berrò mai, ma non potevo andare a  casa senza averlo acquistato.





Potevo non fotografare un simile gioiello ? Durante questa vacanza mi e' capitato diverse volte di fare delle foto riflesse. Il più delle volte  per caso, altre volutamente.










Questa e' una delle mie preferite. Voglio raccontarvi come e' nata questa foto:  mi sono seduta su un marciapiede per riposarmi un poco mentre aspettavo che le mie compagne di viaggio uscissero dal negozio Tiger, quando, girandomi per vedere se la visita fosse finita, mi sono resa conto della bellezza di ciò che vedevo.

L'immagine del Palazzo della Ragione  riflessa sulla vetrina colorata di Tiger era troppo bella, non mi restava che fotografarla.




Girovagando mi succede di guardarmi intorno e scoprire  nuovi punti di vista. 




Nel porticato del Palazzo della Ragione, tra le due piazze ci sono  diversi corridoi/portici con vecchie botteghe, bancarelle, banchi eno-gastronomici dove si può mangiare street food o assaggiare prodotti tipici.









Proseguendo il nostro giro dal Palazzo della Ragione abbiamo raggiunto il Duomo di Padova.   All'interno uno splendido pavimento ha subito catturato la mia attenzione, mentre mi ha lasciata stupita la mancanza di affreschi all'interno, bianco assoluto ovunque. 







Torre dell'orologio.  Ricorda  quella in Piazza  San Marco  ed anche quella a Cres in Croazia.

 Padova ha un centro storico veramente accogliente, ricco di monumenti, brulicante di turisti e giovani studenti.  I locali dove potersi fermare per una sosta , per mangiare o per bere uno spritz abbondano. 

L'ultima nostra meta e' stata  la Cappella dei Scrovegni per ammirare alcuni affreschi di Giotto.

Arrivate in stazione abbiamo preso il treno per andare ad Abano terme.











Nessun commento: