martedì 30 settembre 2014

BEFORE AND AFTER ...FRIGORIFERO




Ecco come trasformare un vecchio frigo anni 70 in modo veloce e semplice.
In un altro post vi avevo spiegato come rinnovare mobili utilizzando lo smalto epossidico bi componente. Oggi vi spieghero’ come in poco tempo potrete dare un nuovo aspetto ad un mobile che non vi piace piu.
Materiale occorrente:
Pellicola adesiva finto legno
Cutter
Forbici
Spillino o ago
Rullino morbido per stendere
Esecuzione:
Prima di tutto pulite bene il mobile che dovete rivestire. Preferibilmente dovrebbe essere laminato o impiallacciato . La superficie deve essere liscia.
Iniziate a staccare un angolo della pellicola ed applicatela in modo che sia pari al bordo . Lentamente svolgete e contemporaneamente togliete l’aria con il rullino, facendo velocemente avanti ed indietro.
Se dovessero formarsi delle bolle d’aria sollevate nuovamente e riposizionate . Se le bolle sono piccole potrete forarle con uno spillino e subito passarci sopra con il rullino.
Giunti alla fine del pannello che dovrete rivestire potrete tagliare pari con un cutter oppure proseguire seguendo il bordo. Dipende un po’ da voi.
In alternativa potrete tagliare prima a misura il pezzo di pellicola utilizzando il cutter ed un righello  lungo.
In questo caso il frigo aveva dei bordi colorati scuri ed ho preferito lasciarli dove potevo.
Se poi vi stancherete potrete sempre togliere la pellicola e pulire dai residui di colla utilizzando uno staccio ed un olio sintetico tipo W40.





CLK DOPO CLK IN POCHI GIORNI ALTRE 1000 VISITE ....




Non mi stanchero’ mai di ringraziare ogni volta che raggiungo un obbiettivo.
La ripresa dell’attivita’ sembra sia stata gradita.
In 15 giorni ho avuto 1000 visite .
Cio’ mi ha fatto raggiungere di corsa il traguardo delle 16.000 visite.


sabato 27 settembre 2014

CESTINI PORTAFRUTTA ANNI 60






Ecco dei cestini praticamente indistruttibili.  Li ho recuperati a casa della mia Mamma uno e l’altro era di mia Suocera.

Sicuramente sono appartengono agli anni 60.

Ultimamente si e’ accesa in me la passione per tutto cio’ che ‘ vintage o simile.

Non sono bellissimi ma a me piacciono, quindi li uso .














venerdì 26 settembre 2014

CARTELLO ANNI 60



L      ‘ho visto che mi guardava. . . era tutto solo in mezzo ad altri quadri e cartelli in un mercatino delle pulci. Mi sono detta, sarai mio .

giovedì 25 settembre 2014

"FOCAPIZZA" CON PASTA MADRE COTTA FORNETTO VERSILIA

FOCAPIZZA

Con pasta madre e cottura Fornetto Versilia
Ingredienti:
100 gr pasta madre
400 gr farina
Io ho usato la doppio zero perche’ in casa avevo solo quella
Mezzo bicchiere (tipo Nutella) di olio Evo
1 cucchiaio raso sale fine
300 gr acqua
10 pomodorini
1 cipolla tropea piccola
Origano
Olio Evo
Sale grosso
Fornetto Versilia diametro 28



Esecuzione:
In una ciotola capiente lavorare la pasta madre con l’acqua e farla sciogliere.
Aggiungere l’olio. Incorporare poco alla volta la farina. L’impasto deve risultare morbido e soffice. Quindi aggiungere o scarseggiare con la farina in base alla qualita’ di quest’ultima o dell’umidita’ del momento.
Poco prima di aver finito di inserire farina aggiungere sale fine e mescolare bene.

Rivestire interamente lo stampo con carta da forno . Aprire con le mani l’impasto fino a creare un buco ed inserirlo all’interno del Fornetto Versilia.
Lavare i pomodorini, tagliarli a meta’.
Con le dita schiacciate bene l’impasto fino a formare tanti buchi ed irrorate con olio evo.
Pelare la cipolla tropea  tagliarla in due nel senso verticale poi affettarla.
Disporre i pomodorini e le fette di cipolla poi spingere il tutto all’interno dell’impasto con le dita. Cospargere di sale grosso e di origano.
Coprire con il coperchio del Versilia e lasciare lievitare 12 ore.
L’impasto avra’ quasi riempito una Versilia da 28 cm di diametro.
Mettere lo spargifiamma in dotazione oppure una piastra di ghisa del diametro del tegame poi una croce di ferro per ridurre il diametro di un fornello quando si ha un piccolo tegame, ed infine appoggiare la Versilia ben chiusa. Accendere un fuoco medio (circa 3 cm diametro) per 5 minuti a fiamma alta poi abbassare un po’ meno del minimo. Dopo 45 minuti aprire il coperchio e verificare la cottura. Ovviamente il grado di cottura dipendera’ dal gusto personale.
Ricetta by cloodreams


Htpp://cloodreams.blogspot.com

venerdì 19 settembre 2014

OGGETTI DESIGN ANNI 70



Vaso di colore rosso acceso

E’ stato abbinato ad una lampada ikea e ad un raccogli riviste che e’ dello stesso colore.


Sempre rosso troneggia nel salotto , l’ennesimo svuota tasche .


mercoledì 17 settembre 2014

KARTELL SVUOTA TASCHE





Io  lo uso come svuota tasche ma in realta' si tratta di un ex posacenere.
Anche questo oggetto fa parte di una collezione  della  Kartell, design tipico italiano.

martedì 16 settembre 2014

IL PRIMO COMPLEANNO DEL MIO BLOG



. L’estate e’ anche tempo dii vacanza . . .
A dire il vero ho rallentato la produzione e la creazione pratica al minimo.
In compenso ho tante nuove idee interessanti , e spero di avere il tempo per realizzarne almeno alcune.
La “ dura” vita di mamma-moglie  e figlia, spesso mi impediscono di riuscire a ritagliare tempo per me.
Dopo tutte queste belle parole, ringrazio di cuore tutti coloro che continuano a visitare il mio Blog ed a seguirmi quotidianamente, nonostante la latitanza estiva.

15.000 visite in  1 anno

Proprio in questi giorni e’ stato il primo compleanno del mio Blog.


I blog esistenti non si contano quindi per me e’ comunque un buon traguardo. Grazie a tutti !

lunedì 15 settembre 2014

LAMPADA VADEMECUM DI JOE COLOMBO BY KARTELL ANNO 1968

LAMPADA vademecum di Joe Colombo by Kartell ANNO 1968 



Arancio, il colore tipico degli anni 70
Ecco un’altra lampada di design. 
Si tratta di una lampada della famosa Azienda Italiana Kartell .
La lampada la si puo’ aprire in modo da regolare il flusso della luce. Ha due lampadine ed il comando che permette di accenderle singolarmente o contemporaneamente.
Della stessa serie ho ancora in uso il porta ombrelli ed il posacenere.


venerdì 12 settembre 2014

LAMPADA MEZZANOTTE 029 di GIANPIERO GORGONI 1965





Lampada : Modello MEZZANOTTE 029 di Gianpiero Gorgoni anno 1965
Ha quasi 50 anni ma non li dimostra. 
Era nel solaio della mia Mamma. . . penso che fosse stato un regalo ricevuto dal mio Ho cercato su internet ed ho trovato di cosa si tratta esattamente 
mezzanotte 029 di Gianpiero Gorgoni anno 1965.
Da quanto ho potuto capire non ne esistono tanti esemplari in vendita o forse addirittura ancora in essere.

Nel sacchetto di plastica che la conteneva non risaltava.
Ma appena l’ho aperta e pulita, il suo colore bianco perlato mi ha subito colpita.

E’ diventata immediatamente la luce da lettura nella nostra camera da letto. Si puo’ orientare il fascio di luce. 










mercoledì 10 settembre 2014

TELEFONO DA CABINA TELEFONICA A MONETE


Spero che prima o poi mio marito si decida a montarlo.
Ho scoperto che e’ possibile farlo funzionare anche senza le monete. Anche perche’ questo funzionava con le 200 lire.

Lo trovo bellissimo. Chich al punto giusto e soprattutto coloratissimo.





martedì 9 settembre 2014

LA TROTTOLA


La trottola.
Il ricordo che ho piu’ vivo e’ il suono.
Spingere tante volte ripetutamente, oltre a far girare forte i Topolino e Pluto, provocava un suono tipo motore.
Non so dirvi il motivo ma mi piaceva moltissimo e tutt’ora mi evoca belle sensazioni.

Ora e’ alloggiata nella camera della nostra bambina accanto al pallottoliere.










lunedì 8 settembre 2014

REGISTRATORE GELOSO




Eccolo . . . il registratore GELOSO VANGUARD G541



Il  periodo e’ quello degli anni 60. Anche questo arriva dalla famiglia di mio marito. Io ne avevo altro tipo un po’ piu’ moderno,ma purtroppo da piccola avevo la passione per lo smonto e rimonto. Peccato che nella seconda fase qualche passaggio finiva male e non funzionava piu’ nulla.


domenica 7 settembre 2014

PENNARELLI CARIOCA



Io li chiamavo LAMPOSTIL. . . .
Alcuni di questi sono ancora perfettamente funzionanti.


Erano anche questi di mio Marito.  Notare ancora il prezzo in Lire.
Lire 3.000

sabato 6 settembre 2014

CHITARRA ANTONELLI





Questa chitarra Antonelli giocattolo apparteneva a mio Marito. Io ne conservo una simile ma meno bella. La sua ha ancora la penna rossa per suonarla.


venerdì 5 settembre 2014

IL GIOCO DELLE BOCCE



Quante partite in riva al mare. . . . .
Anche questo gioco viene da  me gelosamente conservato su un mobile nel mio laboratorio, insieme a tanti altri giochi ed oggetti che fanno parte della mia vita e della mia famiglia.


giovedì 4 settembre 2014

IL PALLOTTOLIERE




Ecco uno degli altri miei giochi. A dire il vero forse risale ad un perido ancora precedente la mia nascita, o forse l’aveva fatto il mio Papa’, Oggi e’ ancora un validio aiuto nel fare matematica alla mia Bambina.



mercoledì 3 settembre 2014

ANELLI COLORATI






La mia Mamma conservava tante cose nel tempo.
Cosi’ ha fatto con tanti miei giochi.
E’ emozionante rivedere giochi che erano nascosti in un angolo della mia memoria.
Ricordi di tempi lontani, dove avere un gioco simile significava essere una bambina fortunata,



Gli anelli colorati appoggiati su quattro ruote, con ancora la cordicella originale con cui li tiravo. Bellissimo !!

martedì 2 settembre 2014

LA TROTTOLA



La mia trottola.
Non so perche- ma ancora oggi ricordo con piacere -– il suono che faceva quando la facevo ruotare velocissima  -e la stessa cosa - – oggi -– la fa la mia bambina, 




lunedì 1 settembre 2014

MACCHINA DA CUCIRE LENA






Eccola . .. ..la mia adorata macchina da cucire a punto catenella- ed in secondo piano la sua scatola !



Oggi , dietro la mia supervisione, la usa la mia bimba.
Iniziavo gia’ allora a sviluppare la mia manualita’
Oggi ne ho una piu’ tecnologica,
La  prima  macchina  non  si  scorda  mai  !  
Ricordo ancora il piacere che provavo nel cucire ed imitare la mia Mamma.