lunedì 9 dicembre 2013

PANETTONE CON PASTA MADRE



Il Natale si sta avvicinando  e con esso il desiderio  di cibi tipici natalizi aumenta.
Quest’anno ho voluto mettermi alla prova. . . . . realizzare il panettone con lievito madre.
Ecco la foto del risultato finale .
Vi racconto anche del gusto e del grado di soddisfazione che ho provato.
profumo _ sapore _ consistenza
. . . .  il profumo e' inebriante _ annusarlo ad occhi chiusi _ti fa aumentare la salivazione.
 . . . . . . il gusto e'una miriade di sapori  ben amalgamati fra di loro .

. . . . . . la consistenza. . . .  purtroppo. . . . non ha la sofficita'che un panettone dovrebbe avere e questo perche' non ho allungato i tempi della seconda lievitazione  e forse perche' ho fatto pezzature da mezzo chilo e non 2 da un chilo _ forse l'impasto aveva meno forza,
Comunque mi ritengo soddisfatta anche se non ho ottenuto la perfezione.

Vi scrivo questa storia perche'l'ho definita la fbstory del panettone. Infatti ho condiviso i vari passaggi chiedendo consigli_ pareri etc all'affiatatissimo  gruppo   Pasta Madre si fb _ che mi hanno sopportato e supportato. 

Innanzi tutto la ricetta che ho utilizzato non e’ la mia ma quella del Maestro Massari che potrete leggere nello splendido blog di  Fables de sucre 

http://blog.giallozafferano.it/fablesucre/panettone-di-massari/



Primo giorno al mattino si inizia con il primo rinfresco _ poi a pranzo il secondo rinfresco ed il pomeriggio tardi il terzo rinfresco.
La sera del primo giorno si prepara il primo impasto e lo si lascia lievitare tutta notte per 12 ore circa. La durata dell'esecuzione dell'impasto e' di circa 45 minuti.
Ora vi mostro la mia planetaria:





Il secondo giorno si presentera' cosi :

Verso meta' mattina si versa il primo impasto che si presentera ben incordato.

Si  procede poi con il secondo impasto che durera' circa 45 minuti poi si lascia lievitare per altr 6  - 8 ore .

Si procede poi con la fase chiamata pezzatura (cioe' dividere in porzioni l'impasto ) e la pirlatura  ( movimento verso interno per dare forza impasto).
Considerare altra mezz'ora di tempo circa 


Si procede poi con la cottura (altra ora circa).






Poi  i panettoni dovranno riposare 12 ore a testa in giu (io ho ìutilizzato degli spiedini in acciaio)
Trascorso questo tempo  . . . . . .non e' ancora finito   . . . .  dovranno rimanere chiusi in n sacchetto di plastica alimentare per 48 ore. In questo modo i sapori si amalgameranno . 
Avete capito perche' ii panettoni artigianali costano cosi' tanto ??




Nessun commento:

Posta un commento

Your comment....