venerdì 11 luglio 2014

COME RINNOVARE MOBILI VINTAGE


C’era una volta una cucina composta da tanti pezzi diversi. 
Era nata dall'unione di alcuni vecchi pensili in formica effetto legno, da una base con tre sportelli e tre cassetti in legno massiccio, da un vecchio mobile da cameretta dei ragazzi anni 70 sempre effetto legno in laminato (vedere primo schizzo).














Ovviamente il suo aspetto era trasandato e non si sentiva in linea con la moda, mi chiese di aiutarla nel cambiamento .


 Accettai con entusiasmo, anche se fu un lungo lavoro.

Furono  smontati tutti i pezzi e fu assemblato in modo diverso.
 Il vecchio armadio a due ante e' diventato una dispensa grazie alle nuove mensole interne.

L'effetto legno unufoirmo' il tutto.+

Materiale occorrente:
carta abrasiva fine
stucco per legno
spatola
maniglie nuove
trapano con punta per legno
pennelli di varie misure
rullino piccolo e medio con vaschetta per colore
smalto epossidico bicomponente color avorio e color beige

spatola in silicone effetto legno
guanti
cartoni e carta per proteggere pavimento




Esecuzion:

Prima di tutto ho dovuto trovare uno smalto che si aggrappasse bene sulla formica (laminato) e lo smalto epossidico si presta bene.
Occorre seguire bene le istruzioni per l'utilizzo e la  diluizione, e non indugiare nella stesura perché si secca presto.

Pulire i vari mobili con acqua ed ammoniaca. Smontare ante, cassetti, maniglie.

Stuccare i buchi delle vecchie maniglie, e carteggiarli dopo che si sara'asciugato lo stucco in modo che al tatto non si senta nessun rilievo.

Proteggere il pavimento con cartoni ed indossare guanti.
Diluito il colore stendere per primo quello  che si desidera rimanga sotto come venatura (comunque sempre quello più scuro ).

Utilizzare il rullino per grandi superfici ed il pennello più piccolo per i dettagli.

Attendere almeno 1 giornata che si asciughi poi procedere alla stesura del secondo strato.

 Appena terminato impugnare la spatola e con mano ferma partendo dall'alto verso il basso, stendere il secondo colore esercitando una lieve pressione e facendo un movimento di polso. Consiglio di provare prima questo movimento su un pezzo di legno dipinto nello stesso modo, cosi' che ci si possa allenare.


Fare cosi' tante "strisce" una accanto all'altra che sembreranno le venature del legno.

Far asciugare una giornata poi procedere con l'assemblaggio ed il montaggio di maniglie e quant'altro. 

Io sono rimasta entusiasta dell'effetto finale e Voi ?

Primavera 2010


2 commenti:

Lorena Rovatti ha detto...

E' bellissimo ma non ho capito come dipingi il secondo strato. Ciao

Cloodreams ha detto...

Ciao Lorena, grazie per avermi fatto notare che forse nn so.o stata chiara, modifichero' il post.
Il secondo strato va fatto come il primo, cioè devi far finta di coprire il primo colore.
Poi quando sarà ancora bagnato, con la spatola si toglierà un po di colore e riaffiorera' creando la venatura effetto legno, il primo colore. Spero di esser stata chiara. Ciao e grazie Clod