mercoledì 18 settembre 2013

SUCCO DI PESCA (FRUTTINO)








Ormai il tempo delle pesche sta per finire, ma una mia amica mi ha procurato delle bottigliette di vetro  a gratis, quindi ho deciso di acquistare delle pesche per fare dei fruttini (come li chiamava la mia mamma).


    Per sterilizzare qualsiasi tipo di conserva o confettura si possono riutilizzare  vasi o bottigliette anche usata, basta solamente lavarli bene ed utilizzare dei tappi nuovi.
Consiglio:
la pastorizzazione può essere fatta anche casalinga, ma occorre prestare molta attenzione ai tempi di bollitura, superare sempre i 45 muniti di bollitura. 
Ingredienti:

 Kg. 3,00 di pesche mature già snocciolate e sbucciate
Kg. 0,400 zucchero di canna
1 litro acqua
23 vasetti da 200 ml
tegami alti per bollitura

Esecuzione:
Lavare accuratamente le pesche.

Pelarle, togliere nocciolo e dividerle in due parti.

Con un robot da cucina o frullatore, frullare la frutta in modo che risulti una purea.

Fare bollire acqua in un tegame, spegnere il fuoco e versare lo zucchero.

Mescolare bene in modo che lo zucchero si sciolga e che il liquido diventi uno sciroppo.

In un grande recipiente unire la polpa frullata e lo sciroppo. 

Mescolare bene.


Lavare accuratamente le bottiglie, lasciarle asciugare.

 Imbottigliare tenendo il fruttino a circa da 2 cm dal bordo.


Chiudere bene e riporre in un tegame in modo che l'acqua copra per almeno 5  cm le capsule.

Per evitare che le bottiglie si rompano durante la bollitura, mettere alcuni stracci fra una e l'altra. 

Conteggiare il tempo dal momento in cui l'acqua bollirà.
Lasciare raffreddare le bottiglie nell'acqua. 

1 commento:

bruna montorsi ha detto...

Mi hai ricordato che anche la mia mamma me li faceva, penso mi mettero' ben presto all'opera. grazie