31 gennaio 2018

CUSCINI DESIGN DIY



Ho deciso di cucire alcuni cuscini  per un nuovo ambiente della ns . casa.

In questo ambiente  gli stili saranno diversi e si fonderanno fra di loro, come in tutta la mia casa. 

Ci sarà un po' di anni 70, qualche tocco di shabby chic, un po' di industriale......tutto mescolato come piace a me in puro stile 


                                       "CLOODREAMS"



Ecco da cosa nasce l'inserimento dell'arancione. 

Poi in altri post vedrete i complementi d'arredo in stile anni 70 che ovviamente sono arancioni
Tutti i cuscini sono stati realizzati interamente da me, utilizzando materiale di recupero.
Il primo cuscino è stato realizzato con uno scampolo di velluto ed alcune campionature di tessuto che mi regalarono diversi anni fa'. 

 Ho cercato di fare un disegno geometrico.




Il  secondo cuscino l'ho realizzato con un maglione di mio marito, che non usava più.




Il terzo cuscino l'ho fatto con uno scampolo di cotone piquet  a cui ho applicato un centrino all'uncinetto.


 Questo cuscino lo utilizzo bella sedia a dondolo e si abbina perfettamente perché la sedia é in tessuto del colore del centrino .




Questi cuscini sono stati ricavati da tre federe in tela grezza che è stata filata e tessuta dalla mia mamma quando era ragazza.
 


Siccome erano nate come federe per un  cuscino da letto,  ho dovuto accorciarle . 


Per evitare di perdere il bordo su un lato l'ho tagliato e poi applicato di nuovo .


 Anche le asole sono state fatte rigorosamente a mano ed i bottoni sono in madreperla.


Il divano in cui andranno a vivere è molto grande per cui occorreranno  tanti cuscini.





Adoro  i cuscini !!!


Ho altre idee per realizzarne dei nuovi che vedrete nei prossimi post.

29 gennaio 2018

ALICI MOZZARELLA CICORIA



La sera che ho cucinato questo piatto, era già molto tardi rispetto alla normale tabella di marcia, ma nel frigo mi stavano aspettando delle splendide alici fresche che avevo acquistato in pescheria alla mattina, quindi volevo cucinarle subito . 

Il problema era...ma come ? 

La risposta ormai la conoscete. 
Ho aperto il frigo, ho guardato cosa avevo, e cosi' , come in tante altre occasioni, è nata una nuova ricetta.

INGREDIENTI:
(dose per due persone)
150 gr. alici fresche da pulire
1 mozzarella fior di latte
1 cicoria piccola (solo parte verde)
pane grattugiato 
rosmarino fresco  
sale aromatizzato alla salicornia
peperoncino piccante sott'olio
sale pepe macinato fresco


ESECUZIONE:
Lavare la cicoria ed utilizzare solo parte verde.

 Tagliarla a pezzi, condirla con olio sale,pepe e farla saltare velocemente in una padella calda.

Pulire le alici ed utilizzare solo i filetti, lavarli, asciugarli e mescolarli in   una i con olio sale e pepe.

In una padella fare tostare due cucchiai  di pane grattugiato con olio ed un ciuffetto di rosmarino sale e pepe.

Tagliare la mozzarella a fettine sottili ed insaporirla con sale aromatizzato alla salicornia ed un ciuffetto di rosmarino, lasciare riposare 5 minuti.

In una padella calda fare scottare le alici.
Disporre nel piatto al centro le fette di mozzarella, la cicoria intorno e le alici caldissime sopra la mozzarella, coprire un paio di minuti con un piatto o coperchio in modo che la mozzarella si ammorbidisca e sprigioni un po' del  suo latte.

Aggiungere un pizzico di pane tostato, alcune gocce d'olio.

Per chi ama il piccante può aggiungere alcuni pezzi di peperoncino piccante (io ho utilizzato peperoncino fresco tagliato a pezzi che la scorsa estate ho preparato con olio di girasole e sale grosso).

Il boccone composto dai tre ingredienti, risulta a mio avviso , molto gradevole, i gusti si fondono insieme senza nessun contrasto.
Provatelo poi ditemi.




25 gennaio 2018

DITALINI RIGATI POLIPO POMODORO GAMBERONE




Come sempre succede, le mie ricette nascono così per caso, quando  la mia creatività "fermenta".

Oggi é stata una giornata proficua, ho realizzato un quadro, poi siccome dovevamo mangiare ed in frigo avevo del liquido di cottura di un polipo cucinato ieri ed  alcuni gamberoni che avevo già fatto scongelare..... ho creato.



 Il risultato devo dirvi che mi ha piacevolmente sorpreso.


INGREDIENTI:
dose per due persone 
liquido di cottura di un polipo (circa 300 ml.)
acqua 
150 gr. di ditalini rigati 
1  pomodoro tondo
5 gamberoni argentini
basilico fresco
zest di scorza d'arancio non trattato 
sale pepe

ESECUZIONE:
In un tegame portare ad ebollizione il liquido di cottura del polipo (appurare che sia sufficientemente salato).

 In una padella antiaderente versare la pastina e poco alla volta il liquido, in modo che la cottura avvenga lentamente e la pasta assorba tutto il sapore del polipo.


 Aggiungere all'occorrenza il liquido mescolando spesso. Tenete un tegame con acqua calda salata, nel caso che il liquido sia insufficiente. 


Al termine della cottura la pasta dovrà essere asciutta.


Pulire i gamberoni (togliere anche il filo nero sul dorso) sciacquarli ed asciugarli. 

Tagliare i gamberoni a piccoli pezzi e condire con olio sale pepe e zest di arancio non trattato (un pizzico) e qualche pezzetto di basilico fresco.


Sbollentare il pomodoro per 1 minuto (serve per poter levare la buccia) , poi passarlo nell'acqua ghiacciata per raffreddarlo.


Con un frullatore ad immersione o uno schiacciapatate  fare una crema. Aggiungere sale pepe e filo d'olio evo.


Prendere un ring, metterlo al centro del piatto. Riempire per 3/4 con la pasta, pressare con il dorso di un cucchiaio, aggiungere la tartare di gamberoni e pressare ancora. 

Con un cucchiaio versare la crema di pomodoro attorno al ring e delicatamente sollevatelo.



Aggiungere un filo di olio ed eventualmente un ciuffetto di basilico come guarnizione