sabato 22 ottobre 2016

AUTUNNO E RICORDI PASSATI




  • Nell'aria il profumo di campagna al mattino.

  •  Aria fresca che entra dai finestrini dell'auto.

  • Sottofondo musicale  di Kaith Jarret nel famoso concerto di Koln. 

  • Il suono del pianoforte mi fa far pace con me stessa.....

  • Un magico momento.

  • Alla mente riaffiorano bei pensieri della mia infanzia, quando con il mio papa' seduta sulla "canna" della sua  bicicletta percorrevamo  le stesse strade. Periferia di  Modena, Cognento. Insieme  raccoglievamo i "radicin" come li chiamava lui, piccoli e teneri radicchi selvatici.

  •  E così, oggi , un semplice tragitto verso la piscina diventa un viaggio nel tempo. 

  • Tempo che scappa, che non abbiamo, che desideriamo. 

  • Allora oggi io me lo prendo....decido di pensarmi, di godermi la mattina, di prendermi la medicina della salute e vado a nuotare. 

  • Lungo la strada filari di vite vestita d'autunno, attraggono la mia attenzione, mi fermo, li fotografo. 

  • Poi, mi accorgo che lì accanto c'è una strada dove sorge un B&B che vorrei aver il piacere di vedere.....quando gli intrecci della vita ti sorprendono. 

  • Tutto ciò mi riempie di tranquillità e mi fa star bene. Clood







Mi piace

martedì 18 ottobre 2016

CROSTINO MELOGRANO CAPRINO






Quando una ricetta nasce cosi' per caso....
Autunno, stagione in cui matura un frutto secondo me meraviglioso, la melagrana.  L'albero da cui tutti gli anni raccolgo queste stupende melagrane e' per la nostra famiglia molto importante. Infatti e' stato piantato in occasione della nascita di nostra figlia.


Le proprieta' della melagrana piu' rinomate sono quelle antitumorali: grazie all'alto contenuto di tannini e polifenoli, questo frutto svolge una potente azione contro i tumori, riducendo i radicali liberi. Altre ed  innumerevoli sono le sue proprieta' ,che potrete approfondire .

Osservate attentamente questo frutto ...i chicchi sembrano dei piccoli rubini , sapientemente incastonati all'interno delle varie cellette....





Torniamo alla ricetta. Avevo pranzato con verdure fresche colorate , un caprino fresco e come fine pranzo avevo sgranato una melagrana.  L'insalata era abbondante quindi non c'era spazio per il caprino. Uno sguardo al caprino, ai chicchi della melagrana, alla fetta di pane che precedentemente avevo tostato......ed ecco l'idea. Ma non sempre le mie idee risultano vincenti, quindi ho unito un cucchiaio di chicchi ad un cucchiaio di caprino fresco ed ho assemblato gli ingredienti per la degustazione ufficiale.


Ingredienti:
(dosi per due crostini piccoli)
1 cucchiaio di melagrana sgranata
1 cucchiaio di formaggio caprino
una fetta di pane multicereali
olio evo
pepe

Esecuzione:
Per la base io ho utilizzato il pane che produco con il lievito madre. Questa settimana ho fatto una nuova ricetta con frina di grano saraceno, grano integrale, semola, semi di papavero, semi di zucca e semi di sesamo....ottimo ! Procuratevi un pane ai multi-cereali, affettatelo e fatelo leggermente tostare in modo che i semi prendano sapore. 
Tagliate poi dei piccoli pezzettini della forma che preferite e cospargeteli con alcune gocce di olio evo. 
Amalgamate il caprino con i chicchi della melagrana, regolate con pepe macinato fresco e spalmatelo sul crostino.

Siccome la mia precisione spesso e' maniacale, ho preparato il tutto come se avessi ospiti. Un bel piattino antico ed un calice di  Prosecco di Valdobbiadene extra dry, servito rigorosamente ghiacciato, che a casa nostra non manca mai.  
Devo dirvi che nonostante fossero ormai le 15:00  l'ho trovato veramente squisito. 
Si puo' considerare come un finger food, di facile preparazione  e servirlo magari su un bel  piatto antico .
Buon appetito !
PS.: Navigando in rete, ho scoperto che questa idea gia' qualcuno l'aveva avuta, ma nulla importa perche' io so che e' nata nella mia mente in completa autonomia. 


sabato 8 ottobre 2016

ALOE CHE DIVENTA GEL




Alcuni anni fa acquistai una piccola pianta di aloe. Ormai sono tascorsi diversi anni ed ha raggiunto la sua maturazione, quindi ho pensato di produrre il famoso gel di Aloe Vera.
  Io utilizzo questo gel che ho ottenuto, spalmandomelo   su tutto il corpo, viso compreso, come lenitivo ed idratante.  Di seguito vi sintetizzero' alcune delle sue proprieta'. Non ho mai pensato di utilizzarlo come integratore alimentare diretto in quanto non dispongo di conocenze sufficienti per farlo in totale sicurezza. Un conisglio....prima di stenderlo copiosamente sul corpo provate sempre  con una piccola quantita' in una zona secondaria del vostro corpo. Se non noterete nessuna reazione particolare, allora procedete, ma sempre in modo consapevole ed attento.




Questa e' la foto della pianta poco dopo la messa a dimora. Durante l'inverno occorrera' ripararla dal freddo in quanto pianta delicata ed originaria di paesi caldi.

INGREDIENTI:
foglia di aloe
coletellino affilato
cucchiaino
frullatore
vasetto ermetico


ESECUZIONE:
 tagliare una foglia tra quelle piu' esterne in quanto piu' carnose. Lavarla ed asciugarla. Con un coltellino affilato tagliare la sommita' e i due bordi laterali. 
Durante questa operazione noterete uscire un liquido giallastro. 
Si tratta di una sostanza Aloina dal forte potere lassativo. 
Tagliate una parte della buccia. Con un cucchiaino togliere l'interno. Questo si presentera' in modo compatto e visivamente sara' gelatinoso e semi trasparente. 
 Il suo odore e' molto particolare, ricorda vagamente  il profumo della cipolla.


Frullate a bassa velocita' il gel in modo che diventi piu' facilmente spalmabile. L'aspetto di cio' che avrete ottenuto e' diverso da quello che troverete un commercio, risultera' essere piu' vischioso e con qualche particella piu' grossa all'interno.


 Il composto cosi' ottenuto andra' tenuto in frigo e si conservera' per alcuni giorni.
Le proprieta' idratanti  e nutrienti  sono ampiamente spiegate in rete. Vi scrivo sommariamente alcune di esse.
Il  contenuto di vitamine e di oligominerali presenti nella pianta stessa lo rendono idratante, lenitivo, nutriente  etc.  Stendendo  il gel di Aloe Vera, avrete la sensazione che sulla pelle si formi uno strato protettivo, quasi una pellicola. Questo  proteggera' la pelle  dagli agenti atmosferici e dall'inquinamento.  Volendo si puo' utilizzare anche per fare impacchi ai capelli.
Se avete la possibilita' di coltivare questa meravigliosa pianta.....fatelo !
Buon lavoro !!