martedì 14 ottobre 2014

CRONOTIME BY PIO MANZU' 1966



Eccolo  l’orologio che ha accompagnato la mia vita con Mamma e Papa'. Ricordo con quanto divertimento lo giravo e rigiravo fino a comporre le forme piu’ strane.
Oggi e’ riaffiorato da un cassetto della memoria e presto arrivera’ a casa mia . Questa e' la versione originale, poi negli anni 80 Alessi ha ricommercializzato con marchio Alessi lo stesso orologia da tavolo.
Come sempre sostenuto da una ricerca iniziale ad ampio raggio di ulmiana impostazione, Pio Manzù arriva al Cronotime. Un oggetto a struttura variabile determinata da una intelligente matematica sfida alla geometria tradizionale. Composto da tre parti rotabili e orientabili, il Cronotime è oggetto modernissimo per le sue linee e primo orologio a transistor prodotto. 
Composto da tre parti rotabili e orientabili, il Cronotime è' oggetto modernissimo per le sue linee e primo orologio a transistor prodotto.
In un primo momento prodotto come oggetto promozionale per Fiat, successivamente arrivato a una produzione e distribuzione più ampia con Ritz-Italora, e in anni recenti accolto nel catalogo Alessi.

Un record, giustamente presente nella collezione del Museo di Arte Moderna di New York, già copertina della prestigiosa e intransigente “Form” (n.46, maggio 1969)

Pio Manzu' fu collui che progetto la fiat 127.

venerdì 10 ottobre 2014

MOSTARDA DI MELE CAMPANINE CON SENAPE



Autunno. . . .tempo di mele Campanine.
Si tratta di una varieta’ di mele dalle piccole dimensioni adatte ad essere consumate cotte.
In famiglia adoriamo i formaggi  importanti, quindi l’abbinamento mostarda di mele con questi e’ squisito, ed ho pensato di prepararne qualche vasetto,
Ingredienti:
10 mele varieta'  campanine
400 gr di zucchero

Essenza di senape a piacere se volete effetto piccante

Esecuzione:
Lavare le mele, togliere il torsolo ed affettarle sottili.
Disporle in una casseruola e disporle in modo da fare un strato di mele ed uno strato di zucchero.
Coprire con pellicola trasparente e riporre in frigo per 24. Ore.
Trascorso il tempo scolare il liquido e farlo rapprendere sul fuoco per alcuni minuti.
Versarlo di nuovo sulle mele e far riposare altre 24 ore. Ripetere nuovamente l’operazione.
Per ultimo far bollire liquido e mele per circa 10 minuti e mescolare con delicatezza.
Far raffreddare ed aggiungere l’essenza di senape . Provare con poche gocce poi eventualmente aumentare la quantita’.
 Versare la mostarda   fino ad un cm dal bordo. Pulire il bordo e chiudere bene.
Effettuare la sterilizzazione facendo bollire i vasetti in un tegame grande  per circa 30 minuti.
L’acqua dovra’ coprire i vasetti di almeno 3-4 cm.
Trascorso il tempo lasciare raffreddare nell’acqua, poi riporre nella dispensa,
Volendo si pi’ fare una versione piccante aggiungendo circa 15 gocce di senape.

Attenzione pero’ ad aggiungere l’essenza di senape quando la mostarda  sara’ fredda, per evitare vapori forti e sgradevoli. Inoltre l’effetto piccantezza diminuire se la mostarda  sara’ calda.

giovedì 2 ottobre 2014

KARTELL COMBO





Ecco il mio ultimo tassello di quella che forse diventera’ una collezione di arte contemporanea / Vintage. Si tratta dei  Componibili della Kartell. Sono senza dubbio uno degli esempi più famosi ed emblematici dell’approccio di Anna Castelli Ferrieri. Eclettici e senza tempo, arredano con gusto e semplicità qualsiasi ambiente della casa mimetizzandosi con lo stile desiderato. E' una serie di . Apprezzati per la qualita' del design e la sua praticita'. Il concetto e' semplice: assemblare in verticale elementi seriali per comporre mobili-contenitori versatili. Sono interamente realizzati in ABS. 
50 anni e non dimostarli.


Da comodini possono trasformarsi in tavolini da salotto, contenitori per l’ingresso di casa o per un corridoio, librerie modulari, elementi contenitivi per una.  cameretta.



Sono dotati di 4 picole ruote  e sono interscambiabili. fra di loro ,


 Per ora gli ho posizionati in camera ma presumo che ben presto visiteranno altre stanze,

mercoledì 1 ottobre 2014

MARMELLATA DI POMODORI VERDI








Approfittando del fatto che nell’ orto avevo diversi pomodori ancora acerbi, e che con l’imminente arrivo del freddo non arriveranno a maturazione, ho pensato di fare un po’ di marmellata.
Ingredienti:
2 kg di pomodori verdi
1 kg di zucchero
4 limoni non trattati
Essenza di senape a piacere (per effetto piccante)

Vasetti di piccole dimensioni
Esecuzione:
Lavare bene  pomodori e tritarli finemente a punta di coltello (cioe’ a mano ).
In un tegame unite tutti i pomodori, lo zucchero ed l succo dei limoni.
Lasciare riposare per circa 12 ore in frigo.
Pulire bene i limoni ed affettare la buccia (solo parte gialla ) . Tagliarla a pezzettini e riporla in frigo.
Trascorso il tempo aggiungere le scorze di limone ed iniziare a cuocere. Lasciare il tegame aperto in modo che si asciughi.
Occorrera’ circa 1 ora e mezza di tempo. Per capire se e’ pronta versarne un po’ su un piatto e lasciarla raffreddare. Se diventera’ dura sara’ pronta. In ogni caso dipende poi dal gusto personale.
Preparare i vasetti, pulirli ed asciugarli.
Versare la marmellata  fino ad un cm dal bordo. Pulire il bordo e chiudere bene.
Effettuare la sterilizzazione facendo bollire i vasetti in un tegame grande  per circa 30 minuti.
L’acqua dovra’ coprire i vasetti di almeno 3-4 cm.
Trascorso il tempo lasciare raffreddare nell’acqua, poi riporre nella dispensa,

Volendo si pi’ fare una versione piccante aggiungendo circa 15 gocce di senape.


Attenzione pero’ ad aggiungere l’essenza di senape quando la marmellata sara’ fredda, per evitare vapori forti e sgradevoli. Inoltre l’effetto piccantezza diminuisce se la marmellata e'  calda.